IL PERCORSO INIZIATICO NEI TAROCCHI

IL PERCORSO INIZIATICO NEI TAROCCHI

I Tarocchi sono una macchina filosofica, che evita alla mente di divagare, pur lasciandole iniziativa e libertà; si tratta di matematica applicata all’assoluto, l’unione di ciò che è logico con ciò che è ideale, come una combinazione di pensieri esatti tanto quanto i numeri, forse la concezione più semplice e più grande del genio umano.” Eliphas Lévi

Normalmente, quando parliamo di Tarocchi, ci vengono in mente strani personaggi, vestiti in maniera eccentrica e vistosa ,che leggono il futuro a curiosi e ingenui clienti .

In realtà, questo strumento di conoscenza, è uno straordinario libro figurato che racchiude un sapere iniziatico di inestimabile valore esoterico.

Niente è stato scritto, la genialità di chi li ha creati, è stata quella di aver celato i segreti in essi contenuti, per mezzo di variopinte figure simboliche.

Il Tarocco parla alla mente inconscia, il disegno in esso racchiuso resta immediatamente impresso nel cervello senza essere filtrato dalle parole o da spiegazioni scritte. La lingua utilizzata è una lingua universale come quella musicale e, imparata la chiave per decrittarla, ecco aprirsi la porta sull’infinito e sui segreti del mondo.

Un libro che ha attraversato indenne i secoli, volutamente camuffato come gioco da tavolo , riassunto matematico, fisico, religioso e antropologico.

I Tarocchi contengono la spiegazione dell’origine del mondo come il DNA contiene le informazioni genetiche dell’uomo e ,chi impara a leggerli, raggiunge la Somma Conoscenza.

Il problema sta proprio qui: si può essere iniziati alla lettura, un maestro potrà insegnarti a studiarne le figure, potrà spiegarti un metodo ma , il lavoro vero e proprio, lo potrai fare solo tu poiché esso è un viaggio di evoluzione personale . Più sarai evoluto spiritualmente e più ti addentrerai nei misteri di questo singolare libro meditando su ogni figura, simbolo, colore e personaggio di riferimento.

Lo studioso dovrà analizzare ciascun arcano separatamente, cercando di spiegare il simbolismo delle ventidue composizioni che propongono i suoi enigmi , alla sua sagacia. Immaginatevi un rebus da risolvere, un esercizio di deduzione, un gioco di intuizione.

ORIGINE DEI TAROCCHI

L’origine dei tarocchi in realtà è sconosciuta, si sono scritti centinaia di libri sull’argomento ma nessuno di essi porta con sicurezza le prove di ciò che scrivono. E’ più semplice affermare che siano nati con l’uomo e siano stati utilizzati da sempre e in modo simile nei secoli.

E’ interessante notare l’analogia del numero 22 ( gli Arcani Maggiori ) con le lettere dell’alfabeto ebraico. I sacerdoti di Gerusalemme interrogavano l’Oracolo dell’Urim e del Thumin per mezzo dei Theraphim, simboli ideografici e geroglifici. Eliphas Lévi , grandissimo studioso delle carte, affermava: “ Quando il sacerdozio smise di esistere in Israele, quando tutti gli oracoli del mondo tacquero alla presenza del Verbo fatto uomo, quando l’Arca andò perduta, il santuario profanato e il tempio distrutto, i misteri dei Theraphim furono raffigurati da saggi cabalisti sull’avorio, sulla pergamena, sul cuoio dorato, e poi finalmente su semplici carte, che furono sempre sospette agli occhi della chiesa ufficiale, come se racchiudessero una chiave pericolosa dei suoi misteri. Da queste carte sono venuti i Tarocchi. “

Purtroppo, le notizie che possediamo sui Theraphim, sono molto vaghe e trarne delle conclusioni è impossibile: accontentiamoci di meditare sulle figure e di estrapolare da esse una guida ispiratrice al nostro cammino evolutivo.

TAROCCHI E DIVINAZIONE

La funzione principale dei Tarocchi, non è come si crede, quella di poter leggere il futuro analizzando il presente e il passato del postulante. Essi , grazie al simbolismo contenuto nelle figure, servono allo studioso a iniziare un percorso di crescita spirituale e di conoscenza esoterica.

Naturalmente, sviluppando una certa sensibilità nella decrittazione di tale simbologia, si possono stimolare alcune doti psichiche che sfociano nella chiaroveggenza e in altre facoltà assopite. Ecco che le 22 figure si prestano ad essere interpretate in chiave profetica e aiutano il postulante ad avere delle risposte certe.

Ricordate sempre che, lo studioso dei Tarocchi, non è per forza un cartomante e che un vero cartomante, non può essere tale , se non ha una padronanza approfondita della simbologia e non ha intrapreso un cammino esoterico di evoluzione.

GLI ARCANI MAGGIORI

IL BAGATTO Principio cosciente, Io

LA PAPESSA Verbo, Parola creatrice

L’IMPERATRICE Concetto soggettivo

L’IMPERATORE Principio animatore

IL PAPA Vita psichica

L’INNAMORATO Sentimento

IL CARRO Principio generatore

LA GIUSTIZIA Legge organica del funzionamento generale

L’EREMITA Associazione di forze agenti

LA RUOTA DELLA FORTUNA Principio di genesi individuale

LA FORZA Irradiazione espansiva dell’individuo

L’APPESO Sfera spirituale dell’individuo

LA MORTE Principio rinnovatore della vita individuale

LA TEMPERANZA La vita universale che passa da una individualità alle altre

IL DIAVOLO Vitalità fisica

LA TORRE Principio di rivolta individuale

LE STELLE Generazione di forme concrete attraverso le quali si riflette un ideale di bellezza

LA LUNA Creazione fisica

IL SOLE Ragione divina che illumina la creatura per rigenerarla e divinizzarla

IL GIUDIZIO Anima

IL MONDO Corpo, redenzione compiuta

IL MATTO Infinito, ignoto degli ignoti, il nulla, abisso

L’indovino non deve pretendere di poter rispondere a tutto. Ciò che scredita la divinazione è il fatto che le si chiede, sconsideramente, molto più di quanto possa dare. Siamo ragionevoli nelle nostre domande, e le sue risposte non saranno ingannevoli. Auguriamoci di poter aiutare la sottigliezza che indovina a confondere la pesantezza, costretta a calcolare ! Oswald Wirth

No Comments

Post a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi