BREVE INTRODUZIONE ALLA MAGIA E AL SIMBOLISMO

BREVE INTRODUZIONE ALLA MAGIA E AL SIMBOLISMO

L'uomo ha sempre cercato di capire il perché della sua presenza in questo mondo fisico e quindi della sua esistenza. E’ sempre stato affascinato dal suo pensiero che gli permetteva di comprendere ciò che lo circondava e di mettersi in relazione con il mondo. Consapevole fin da subito, delle enormi forze della natura che lo dominavano, ha cercato di mettersi in contatto con essa per accattivarsene i favori.

Per riuscire in questa impresa ,ha pensato di antropomorfizzare tali forze, dando ad esse forme umane. Nacquero i primi Dei adorati e contemplati , unico modo per comprendere e ingraziarsi le potenti forze naturali.

Dalla moltitudine degli Dei ad un unico Dio il passo è inevitabile. Ecco nascere le varie religioni, magari dissimili a seconda dell’ambiente in cui si sono sviluppate, ma con una matrice comune che le collega nei contenuti.

Come interagire con queste forze superiori e riceverne i potenti favori?

Ecco che nasce la MAGIA che è quella tecnica che, attraverso rituali e particolari formule verbali, influenza gli eventi dominando i fenomeni fisici.

Scene di pittura ,rappresentanti ritualistica magica e risalente al paleolitico, si sono trovate nelle caverne francesi. Erano riti propiziatori aventi lo scopo di proteggere i cacciatori e l’ottenere successo nella caccia.

E’ ampiamente documentato il fatto che la magia ha attraversato tutte le epoche, dalla Mesopotamia all’antico Egitto, dal mondo Greco-Romano al medioevo fino ad arrivare ai giorni nostri con la moderna magia e i moderni studiosi dell’occulto.

Per quanto si possa schernire la Magia e i fautori di tale arte, essa non morirà mai e finché ci sarà l’uomo sulla terra, esisterà una ritualistica occulta espressa in diverse modalità.

I più attenti avranno osservato che la simbologia occulta si ripete in svariate forme e , specialmente in questa epoca, è abusata dall’industria del divertimento e da alcune lobby di potere.

Molti simboli, nati e impiegati per scopi propiziatori benefici ( osservate la foto che apre l’articolo ), sono stati stravolti del loro significato e utilizzati per scopi malvagi. Si pensi alla tristemente famosa Svastika che ,grazie al nazismo magico di Hitler , è diventata l’allegoria del male assoluto. ( pensiamo che nelle civiltà arcaiche aveva un significato estremamete propiziatorio e solare ). Stessa sorte è toccata all’ occhio di Horus ( che è stato utilizzato da alcune lobby per i loro poco nobili scopi ) simbolo di fortuna, protezione e conoscenza suprema o l’esagramma, straordinario emblema di protezione diventato anch’esso figura negativa per colpa di alcune correnti di pensiero.

Tutto questo per dirvi che il SIMBOLO può acquisire connotazioni positive ma, nello stesso tempo, anche negative e dipende esclusivamente dall’uso che se ne fa e dall’energia mentale che gli si attribuisce.

Ricordate che non esiste atto magico senza La Volontà e La Potenza Mentale : essa imprime la “spinta” al rito che si andrà ad eseguire. L’energia mentale può essere sviluppata in positivo oppure in negativo ( + e – ) esattamente come i poli di una batteria. I segni magici ( simboli ) aiutano a potenziare e a stimolare tali forze utilizzandole in modo positivo oppure in quello negativo. Alterare tale simbologia porta a dei risultati soddisfacenti nel breve termine ma che , nel lungo periodo, si ritorceranno contro chi li ha usati con tanta leggerezza o per una immediata sete di potere. ( provate ad osservare quel che dico guardando la televisione, specialmente i video musicali o certa letteratura moderna e cercate di riconoscerli ).

Dobbiamo riappropriarci della ricchezza di questi simboli e ridar loro il vero significato per il quale sono stati creati.

Simbolo e Magia vanno di pari passo ,nascono insieme, e sono utilizzati da tutte le religioni.

Essi aiutano lo studioso ad un percorso iniziatico e hanno la caratteristica di essere compresi dal subconscio senza passare per la mente conscia.

I più importanti volumi esoterici di simbologia iniziatica sono i Tarocchi: straordinario libro muto che porta il conoscitore di tale arte ,ad un viaggio evolutivo senza pari.

Qui non si parla di “leggere il futuro” e di fare i cartomanti, ma di studiarne i molteplici disegni ed i loro significati più occulti.

Strumento magico screditato per colpa di un manipolo di falsi veggenti, i Tarocchi, più che leggere il futuro, servono ad analizzare il presente del postulante , per guidarlo nella scoperta del Sé più recondito.

Ultimamente ho ascoltato uno “studioso” che screditava le figure dei tarocchi ( e tutto ciò che non era frutto del suo pensiero ) dicendo che non servono assolutamente a niente e che nulla hanno a che fare con l’evoluzione personale.

Niente di più falso: se si arrivasse ad una comprensione totale di tali carte, si potrebbe comprendere l’universo e il motivo per cui siamo qui.

Non è importante come si arriva alla comprensione della natura. Possiamo usare la magia, la meditazione oppure la conoscenza esoterica. L’importante è ASCOLTARE, DUBITARE, farsi una propria idea , prendendo gli spunti migliori e creando la propria fede personale .

La sola idea che conta è esclusivamente Vostra e di nessun altro: essa è giusta perché porta alla comprensione di chi siete guidandovi ad una rivoluzione interiore efficace.

NON ESISTE MIGLIOR MAESTRO DI VOI STESSI.

No Comments

Post a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi